• Descrizione
  • Dettagli del prodotto
  • Tariffe
  • Incluso nel viaggio
  • Escluso nel viaggio

Punto di riferimento per l’arrampicata su ghiaccio nelle Alpi Centrali, la Valtellina e la Valchiavenna e
l’Engadina costituiscono un’area ricchissima di cascate di ogni genere e difficoltà. Dagli scivoli adagiati adatti a chi compie i primi passi con ramponi e piccozze, alle lunghe candele verticali per chi invece possiede già una buona tecnica, dalla cascata a 2 passi dalla strada, alla cascata selvaggia raggiungibile solo con 6 o più ore di cammino. Ogni valle laterale ha le sue cascate di riferimento: alcune ambite salite che non possono mancare nel curriculum di un ghiacciatore!

ATTREZZATURA RICHIESTA
Normale attrezzatura alpinistica con aggiunta di piccozze e ramponi per ghiaccio verticale.
Abbigliamento da attività invernale con stato termico e guscio esterno in goretex.

TIPOLOGIA
Cascate di ghiaccio di varia difficoltà
Sviluppo della tecnica individuale
gestione dell’avvicinamento e del rientro
valutazioni sulle condizioni di stabilità della cascata
gestione della cordata
DISLIVELLO
vario, dal monotiro alla salita in ambiente alpino di più lunghezze
DOVE
Valtellina e Valchiavenna

ESPOSIZIONE PREVALENTE
Varia
DURATA
Uno o più giorni
PERIODO CONSIGLIATO

da dicembre a metà marzo
NUMERO PARTECIPANTI
massimo 2 a Guida Alpina
LIVELLO RICHIESTO
Buon allenamento fisico
PROFESSIONISTA ACCOMPAGNATORE
Guida Alpina

€ 400 a giornata, massimo due persone per guida Alpina

– Accompagnamento da parte della Guida Alpina per l’intera durata del programma

Quanto non espressamente indicato nella voce Incluso