• Descrizione
  • Dettagli del prodotto
  • Tariffe
  • Incluso nel viaggio
  • Escluso nel viaggio

Inserito nel 2000 tra i siti UNESCO come bene patrimonio dell’umanità. Vulcani attivi e vulcani spenti, creano un ambiente decisamente particolare e ricco di storia, che trova le sue origini circa 6000 anni fa, quando un gruppo di uomini,si fermò a Lipari per estrarre l’ossidiana. La continua lotta della macchia mediterranea per conquistare queste terre vulcaniche da origine ad un ambiente affascinante e assolutamente da non perdere.

GIORNO 1
Trasferimento in aeroporto e volo di andata su Catania Fontanarossa (1,55 h.) , trasferimento a Milazzo in minibus (1,40 h. circa) e sistemazione in barca. Secondo orario di arrivo, possibilità di iniziare la navigazione per l’isola di Vulcano (3 h. circa).

GIORNO 2
Direttamente dal porto, si parte per il trekking che ci porta sul gran cratere chiamato anche La Fossa,
fumarole, fanghi ed acque calde, sono le caratteristiche di questo cono perfetto: il vulcano come tutti lo immaginano. Il bordo del cratere nel suo punto più alto misura 390 m. slm. da qui si gode una vista eccezionale sull’intera isola ed il restante arcipelago. Rientro in barca, navigazione lunga la costa fino al faro di Capo Gelso e breve traversata fino a Lipari.

GIORNO 3
Lipari è il capoluogo delle Eolie é l’isola più abitata e presenta una gran varietà di paesaggi. Vale la pena un trekking lungo la via della pomice, in breve si passa dall’abbagliante bianco della pietra pomice al lucente nero dell’ossidiana. L’itinerario ripercorre gli antichi sentieri dei cavatori di pomice e tocca i villaggi di Canneto, Lama e Acquacalda. Terminato il trekking e rifocillati, breve traversata fino all’isola di Salina.

GIORNO 4
E’ l’isola più verde di tutte le Eolie, caratterizzata anche dai vigneti per la produzione della Malvasia, il “nettare degli dei”. Il trekking a Salina da la possibilità di arrivare sul punto più alto di tutte le isole Eolie, i 962 m. dell’antico vulcano spento chiamato Monte Fossa delle felci. Con circa 2 ore di navigazione si raggiunge la nostra prossima meta: l’isola di Filicudi

GIORNO 5
Filicudi, tranquilla e riservata, offre la possibilità di un trekking ad anello che raggiunge la cima dell’isola ed un antico villaggio ormai abbandonato “Case Zuccogrande” per poi rientrare a Filicudi porto. Una giornata più tranquilla prima della più lunga navigazione fino all’isola di Stromboli in programma per il giorno successivo.

GIORNO 6
Mollati gli ormeggi all’alba, si raggiunge dopo circa 6 ore di traversata, l’isola di Stromboli, “Iddu” così lo chiamano i locali, è attivo da più di 2000 anni. Si sale il vulcano nel tardo pomeriggio per arrivare ai punti panoramici con vista al cratere al tramonto, è questo il primo indimenticabile colpo d’occhio, con le luci della notte, le eruzioni completano poi lo spettacolo.
Discesa notturna al villaggio di Stromboli.

GIORNO 7
Qualche ora di sonno in più ed inizio della traversata di rientro, possibile sosta alla vicina isola di Panarea e proseguimento per Milazzo dove è previsto l’arrivo per il tardo pomeriggio.

GIORNO 8
Secondo gli orari dei voli aerei, ci si organizza per trasferimento a Catania aeroporto e successivo volo di rientro.

NOTE:

1. Nel 2019 a causa delle forti eruzioni di Stromboli, le autorità locali hanno chiuso e vietato la salita al vulcano, si verificasse nuovamente questo fenomeno, sarà possibile estendere la navigazione ed il trekking fino all’isola di Alicudi o in alternativa dedicare una giornata e trekking all’isola di Panarea .

2. Possibilità su richiesta di estendere il programma, ed a fine settimana vela trekking, effettuare la salita al cratere sommitale dell’ Etna .

Informazioni pratiche
Secondo le città di provenienza, ci si potrà ritrovare all’ aeroporto di partenza oppure all’aeroporto d’arrivo di Catania, per poi trasferirsi al porto di Milazzo per l’imbarco.
Le tappe del trekking hanno una durata massima di 5 ore e 30, eventuale possibilità di saltare una tappa e riposare con trasferimento in barca e skipper.
L’intero trekking non ha difficoltà tecniche, è necessario un allenamento per camminate della durata sopra indicata.
Secondo le condizioni di vento e mare, lo skipper potrà decidere di invertire l’ordine delle tappe in programma.

Abbigliamento e attrezzatura consigliati
Abbigliamento da trekking, calzature robuste, zaino, giacca a vento, felpa in pile, pila frontale. Per il pernottamento e soggiorno in barca, necessario sacco a pelo ed asciugamani personali. Prevedere una sacca morbida e non valige rigide.

€ 1400 Per persona minimo 4 persone

IL PREZZO INCLUDE: organizzazione e assistenza da parte di una guida alpina UIAGM per tutto il viaggio; sistemazione in barca vela con skipper; prima colazione, spuntini post trekking e cene in barca

IL PREZZO NON INCLUDE: viaggio andata e ritorno agli aeroporti di partenza.
Eventuali cene in ristorante.
Extra personali (bevande ecc.)
Tutto quanto non indicato nella voce incluso