• Descrizione
  • Dettagli del prodotto
  • Tariffe

La via Ferrata di Cimalegna è stata dedicata alla guida alpina di Alagna: Emilio Detomasi, è stata
costruita nel 2002 dalle guide alpine del corpo guide locale. L’itinerario offre una spettacolare vista sul gruppo del Monte Rosa con passaggi a volte atletici ed esposti, lungo l’itinerario si percorre un ponte tibetano ed una passerella.

Da Alagna salire con la cabinovia fino a Pianalunga m. 2.046 e successivamente in seggiovia fino alla Bocchetta delle Pisse m. 2.450, oltrepassare la vecchia stazione e seguire il sentiero che porta alla base della cresta rocciosa dove inizia la via ferrata.
La prima parte del percorso è sicuramente la più atletica, la via ferrata inizia con un breve tratto verticale che può scoraggiare i meno esperti ed allenati, a circa metà percorso si incontra il ponte tibetano con uno sviluppo di circa 30 m. si prosegue in traverso fino all’evidente tratto verticale che sale un bel pilastro, il tratto è di circa 20 m.
Cenge erbose e alcuni risalti rocciosi conducono poi alla cresta, esposta e panoramica, seguirla fino ad una passerella metallica che da accesso all’ultimo tratto della via ferrata su placche rocciose. Un ometto in pietra a quota 2.780 segna la fine dell’itinerario.
DISCESA
Dall’ ometto in pietra a quota 2.780, che segna la fine dell’itinerario, è possibile proseguire fino al Rifugio Città di Vigevano a m. 2.871 al Col d’Olen e quindi al Passo dei Salati m. 2.980 dove è possibile scendere con la funivia fino a Pianalunga e successivamente in cabinovia fino ad Alagna.
Dalla fine della Via Ferrata è anche possibile scendere a piedi direttamente a Pianalunga e quindi con la cabinovia fino ad Alagna.

Ritrovo ad Alagna alla partenza impianti alle ore 8,30 e controllo materiali ed equipaggiamento. Salita con gli impianti a Bocchetta delle Pisse da dove si raggiunge in 10’ la partenza delle via ferrata. Prima della salita la guida illustra il funzionamento dei materiali e della “catena di sicurezza”. Salita in sicurezza lungo la ferrata. Dalla cima si raggiunge la funivia per la discesa e per una merenda al Rifugio Grande Halte. La giornata è occasione perfetta per impostare un mini corso di arrampicata legato principalmente
alla sicurezza e alla progressione su roccia.

ATTREZZATURA RICHIESTA:
Kit da ferrata con casco e scarponcini da montagna con suole adatte. L’organizzazione può fornire il materiale mancante.

TIPOLOGIA: Via ferrata di media difficoltà
DISLIVELLO: circa 350 metri la via ferrata + 180 se si sale fino alla stazione a monte della  funivia
DOVE: Alagna, Valsesia, Monte Rosa, Alpi Pennine
ESPOSIZIONE PREVALENTE: Sud-Est
DURATA: 1 giorno
PERIODO CONSIGLIATO: da maggio a ottobre
NUMERO PARTECIPANTI: da 1 a 4 partecipanti
LIVELLO RICHIESTO: nessuno
PROFESSIONISTA ACCOMPAGNATORE: Guida Alpina abilitata UIAGM

1 persona € 330
2 persone € 170
3 persone € 110
4 persone € 90