• Descrizione
  • Dettagli del prodotto
  • Tariffe
  • Incluso nel viaggio
  • Escluso nel viaggio

Kalymnos, un tempo famosa come isola delle spugne, oggi conosciuta per l’arrampicata, non lo è ancora per il trekking, ma il viaggio vale sicuramente la meta. Le caratteristiche del tracciato variano dagli antichi sentieri di collegamento tra villaggi alle tracce dei pastori, fino alla comodissima mulattiera lastricata, chiamata “Italian path”, costruita dai soldati italiani durante la guerra Italo Turca (1912) Trasferimenti e vita in barca, daranno il tocco di magia in più alla vacanza.

Obiettivi
Scoprire un’ isola poco conosciuta ma, con ambienti veramente unici.
Vivere il meglio di una avventura nella natura grazie al trekking ed alla barca a vela, due modi antichi e lenti per spostarsi che consentono di apprezzare al massimo ogni dettaglio del paesaggio.
Gustare le specialità della cucina locale oltre che l’ospitalità e la disponibilità degli abitanti.
Come sempre, per i programmi con la barca, imparare le nozioni di base per navigare a vela.

Informazioni pratiche
Secondo le città di provenienza, ci si potrà ritrovare all’aeroporto di partenza oppure all’aeroporto d’arrivo di Kos, per poi trasferirci al porto per l’imbarco.
Sufficiente la carta d’identità.
Le tappe del trekking hanno una durata massima di 5 ore e 30, eventuale possibilità di saltare una tappa e riposare con trasferimento in barca e skipper.
L’intero trekking non ha difficoltà tecniche, è necessario un allenamento per camminate della durata sopra indicata.
Secondo le condizioni di vento e mare, lo skipper potrà decidere di invertire l’ordine delle tappe.

Abbigliamento e attrezzatura consigliati
Abbigliamento da trekking, calzature robuste, zaino, giacca a vento, felpa in pile, pila frontale. Per il pernottamento e soggiorno in barca, necessario sacco a pelo ed asciugamani personali. Prevedere una sacca morbida e non valige rigide.

GIORNO 1
Ritrovo al comune aeroporto d’ arrivo di Kos, trasferimento al porto per la sistemazione in barca. Breve briefing dello skipper sulla sicurezza in navigazione. Inizio della traversata verso Kalymnos. Circa 16 miglia nautiche separano Kos da Pothia, il capoluogo dell’isola di Kalymnos, un primo approccio con la navigazione a vela, che sarà più o meno coinvolgente secondo la presenza o meno di vento. Arrivo e attracco al porto di Pothia, cena in paese e pernottamento in barca.

GIORNO 2
Prima breve tappa di riscaldamento del trekking, partendo direttamente dal porto in direzione Sud, percorriamo circa 1 km di strada comunale prima di iniziare il sentiero sterrato che lungo la costa, porta alla piccola chiesa di Aghios Georgios, di qui il sentiero prosegue fino alla nostra meta, il villaggio e la baia di Vlychadia. Tranquillo villaggio affacciato su di una baia con acqua cristallina. Breve tappa di circa 3 ore per “scaldare i motori”. Nel pomeriggio, con lo skipper potremo far pratica di navigazione a vela, rientro alla baia di Vlichadya dove ceneremo in ristorante e pernotteremo in barca.

GIORNO 3
Giornata più impegnativa, la durata sarà circa il doppio della precedente, con un tracciato di 8 km. che rimane tra i 150 ed i 200 metri di quota sul mare.
Lasciata Vlichadia, i punti di riferimento della tappa saranno le chiesette di Aghia Ekaterini, Aghios Andreas, la falesia d’arrampicata di Pytari ed ancora una chiesa, Aghios Costantinos. Da qui il sentiero è poco tracciato e visibile fino alla falesia di Saint Photis dove torna ad essere battuto dal passaggio dei climbers. L’incontro con barca e skipper, quindi fine tappa, sarà alla baia di Linaria.
Riposati e rifocillati, breve trasferimento in barca fino all’isoletta di Telendos, meta del prossima tappa. Qui ceneremo nel piccolo villaggio di pescatori e lungo sonno in barca.

GIORNO 4
La giornata prevede il periplo di Telendos passando per la cima. Dopo l’abbondante colazione in barca, si scende a terra e si attraversa il piccolo villaggio per iniziare a camminare sotto alle bellissime pareti, meta di climbers di tutto il mondo. Dopo una prima parte su sentiero, segue un tratto più impegnativo su tracce meno evidenti. Si giunge in seguito ai 405 m. della cima per poi scendere alla chiesetta di Aghios Kostantinos e tornare quasi a livello del mare per concludere l’anello di Telendos in circa ore 4,30.
Riposo e spuntino in barca prima della breve navigazione fino al villaggio di Emborios, nuovamente sull’isola di Kalymnos. Cena in uno dei migiori ristoranti dell’isola.

GIORNO 5
Da Emborios a Sycati Bay è il tragitto della tappa in programma. Dal villaggio si segue il sentiero che conduce alle falesie di arrampicata per poi proseguire lungo i sentieri dei pastori, ovili ricavati in grotte naturali e scale in pietra dove la parete avrebbe ostacolato il passaggio. Si giunge fino ai 441 metri della piccola penisola denominata Patela che è anche il punto più elevato della tappa, si scende quindi alla bellissima Sikati Cave, una antica grotta alla quale è crollata la volta. Sarà possibile accedere all’interno grazie ad un breve tratto con corde fisse. Si prosegue quindi sino a Sycati Bay dove ci ricongiungiamo con Skipper e barca. Anche questa tappa ha una durata di 4,30 / 5 ore. Con una breve navigazione raggiungiamo la bella e protetta Palionisos Bay, dove ceneremo sulla terrazza di una caratteristica taverna prima di farci cullare dalla barca nella nostra cuccetta.

GIORNO 6
Da Palionisos Bay, trasferimento in barca fino alla baia di Pezonda, da qui inizia la tappa via terra che ci porterà al villaggio di Vathi, un bellissimo porto naturale tra pareti a picco sul mare ed una valle verde ricca di agrumeti e coltivazioni di ogni genere, quasi un’oasi nel deserto. La tappa si svolge in parte lungo il mare e in parte sulle alture dell’isola, sempre in ambiente molto selvaggio e panoramico. L’ arrivo al piccolo villaggio e porto di pescatori, sarà di grande soddisfazione così come la cena in uno dei caratteristici ristoranti sul porto. Notte di meritato riposo in barca.

GIORNO 7
Ultima, breve e comoda tappa lungo l’ Italian Path, la bellissima mulattiera costruita dai soldati italiani nel 1912 durante la guerra italo turca. Lasciamo il porto e la barca camminando lungo le strade del villaggio fino ad imboccare la comoda mulattiera lastricata che sale fino ai 400 m. del colle sotto punta Agati, successiva discesa con vista su Pothia, dove avevamo iniziato il trekking. Si raggiunge e si attraversa la città per tornare sulla barca che nel frattempo avrà ormeggiato in porto. Dopo esserci rifocillati e riposati, partiremo per la navigazione fino a Kos dove arriveremo per ora di cena circa.
Cena e festa di fine trekking alla marina del porto di Kos.

GIORNO 8
Colazione e trasferimento in aeroporto. Mattinata libera per chi avesse i voli nel pomeriggio.

€ 1300 Per persona minimo 4 persone

IL PREZZO INCLUDE: organizzazione e assistenza da parte di una guida alpina UIAGM per tutto il viaggio; sistemazione in barca vela con skipper; prima colazione, spuntini post trekking e cene in barca

IL PREZZO NON INCLUDE: volo A/R.
Eventuali cene in ristorante.
Extra personali (bevande ecc.)
Tutto quanto non indicato nella voce incluso